26 ottobre 2017

Dov'è il mio papà?

Un libro per bambini con protagonista un papà che dimostra al proprio figlio che il cuore e l'amore vanno al di là delle differenze fisiche!

Dov'è il mio papà? - Libro per bambini sulle differenzeIl libro di oggi ha come protagonista il papà, un papà particolare, che definirei "speciale".
La famiglia in questione è una delle tante famiglie esistenti al giorno d'oggi e il tema trattato è uno dei tanti temi che i bambini si trovano ad affrontare direttamente o indirettamente.

Come capita spesso con i libri per bambini, anche qui troviamo una duplice chiave di lettura, anzi direi addirittura triplice: il bambino può immedesimarsi con il protagonista della storia laddove si trovi a vivere una situazione analoga oppure ha la possibilità di scoprire una delle tante realtà esistenti.

Quello che rende speciale il libro di oggi, è che oltre a dare al bambino la possibilità di immedesimarsi o semplicemente di conoscere una delle realtà che ci circondano, in "Dov'è il mio papaà?" i bambini si avvicinano in modo divertente al mondo della logica, delle somiglianze e delle differenze.

Già, perchè in effetti sembra proprio che l'obiettivo primario della casa editrice con il dinosauro a 3 zampe (e parliamo dell' Editoriale Scienza) sia  l'apprendimento delle basi della matematica.
Infatti "Dov'è il mio papà?" è un libro della collana 1.2.3 Raccontami una storia che ha come finalità quella di accostare il piacere della lettura all'apprendimento delle prime nozioni di matematica.
Sì, sì... avete letto bene: ci troviamo di fronte ad un libro con un chiaro fine "didattico" che però scopriamo (o percepiamo) solo alla fine della storia.

Il libro si trasforma così in una sorta di libro gioco ma l'aspetto "didattico" si nasconde bene tra le righe di una storia commovente e dietro ad illustrazioni semplici e molto colorate.

Ultimo, ma non meno importante, è il target "adulti".
Già, perché spesso parliamo di "libri per bambini" pensando a qualcosa rivolto solo ed esclusivamente ai piccoli lettori.
In realtà a mio avviso i libri per bambini sono destinati anche al pubblico degli adulti che quindi hanno la possibilità di trovare nel racconto uno spunto di riflessione da dove partire per affrontare con i bambini il tema in questione, oppure, rimanendo sull'aspetto ludico del libro, possono proseguire il gioco con laboratori o attività complementari.

E allora andiamo a vedere subito la storia di "Dov'è il mio papà?" ma questa volta, care mamme (e lo so che siete in maggioranza rispetto ai lettori maschietti) avrò bisogno del vostro aiuto per chiamare sull'attenti i vostri maritini, compagni, nonni, zii, amici....tutti i papà del mondo!
Eh già, perchè qui si parla di loro, del rapporto tra figlio e padre quando il papà è un padre non-biologico.

E allora vediamo la storia di "Dov'è il mio papà?"...

"Dov'è il mio papà?" è un bel libro che tratta dell'amore di un papà per un figlio che non è biologicamente suo, della ricerca da parte del figlio di somiglianze con il padre naturale, e della scoperta, alla fine della storia, di un grande insegnamento.

Già in un altro libro avevamo trattato il tema del "papà", della mancanza della figura maschile e della necessità di trovarne uno che fosse uguale come forza, intelligenza, bravura e bellezza alla mamma (si tratta di "Un papà su misura" di D. Calì e A. L. Cantone - clicca qui per leggere la nostra recensione).

Dov'è il mio papà? - Libro per bambini sulle differenzeIn "Dov'è il mio papà?" la storia inizia con il matrimonio della mamma di Piccolo pinguino con orso che quindi diventa il suo papà.
Ma Piccolo pinguino vede bene che non c'è somiglianza tra lui e papà orso e così decide di partire alla ricerca del suo vero papà che sicuramente gli assomiglierà.
Piccolo pinguino parte per un lungo viaggio fatto di numerosi incontri dove, ogni volta, troverà delle somiglianze e delle differenze con i presunti papà.

Il primo ipotetico papà è un gabbiano.
"Lui ha le ali come me", pensa Piccolo pinguino, "e quindi sarà lui il mio papà".
Ma il gabbiano gli fa notare che sebbene entrambi abbiano le ali, le sue sono bianche mentre quelle di Piccolo pinguino sono blu.
Così prosegue il viaggio ed incontra un uccello blu.
"Lui ha le ali blu come le mie, quindi deve essere il mio papà", pensa Piccolo pinguino.
Dov'è il mio papà? - Libro per bambini sulle differenzeMa anche stavolta l'ipotetico papà gli fa notare che nonostante la somiglianza del colore, i piccoli dell'uccellino sanno volare mentre lui no.
Proseguendo il viaggio Piccolo pinguino incontra uno struzzo, una tartaruga e un'anatra: per ciascuno trova delle somiglianze ma, in tutta risposta, gli fanno notare le differenze.

Ecco che se lo struzzo ha le ali come lui, d'altro canto la lunghezza delle zampe è una differenza sostanziale che fa sì che lo struzzo non possa essere suo padre.
La tartaruga invece ha le zampe corte come piccolo pinguino ma quest'ultimo non ha una corazza sulla schiena.
Ed infine l'anatra è quella che sembra assomigliargli di più: entrambi hanno becchi arancioni, zampe corte e piccole ali.
Ma c'è sempre una differenza a far cambiare idea a piccolo pinguino e quella tra lui e l'anatra è la forma del becco.

Piccolo pinguino, stremato e triste, si apposta ad un albero e si addormenta.
Ad un certo punto arriva qualcuno di grande con passi pesanti.
E' papà orso che finalmente l'ha trovato!
E' solo a questo punto che Piccolo pinguino capisce che nonostante non ci siano somiglianze tra i due, quello che conta è l'amore vero di papà orso per piccolo pinguino.

Ora tocca a voi...

Ora cari lettori spetta a voi leggere questo bellissimo libro e farmi sapere il vostro punto di vista.
Sono certa che ai vostri piccoli lettori piacerà molto il gioco del "trova le differenze" e, se avrete modo di inventare dei lavoretti prendendo spunto da piccolo pinguino, non dimenticate di farmelo sapere.
Sarò ben contenta di condividere con gli altri i vostri suggerimenti e le vostre iniziative.
 
Vi aspetto...

Nessun commento:

Posta un commento